• Analisi del DNA per accertamenti di Paternità ed Indagini Forensi.
  • Analisi dei polimorfismi del DNA (regioni STR e mini-STR) con sequenziatore automatico ABI 3130XL; valutazione della compatibilità tra tracce biologiche e campioni di confronto per scopi forensi ed accertamenti di Paternità.
  • Attività di sopralluogo ed analisi della scena del crimine tramite BPA (bloodstain pattern analysis - studio delle tracce di sangue), ricerca di tracce biologiche (sangue, sperma, sudore, saliva, urine, capelli, residui biologici in generale) ed indagini di Dattiloscopia Forense per ricerca di impronte digitali, palmari e contrassegni.
  • Utilizzo di lampada Crimescope e Minicrimescope per la ricerca di tracce.
  • Utilizzo del reagente Luminol per l'individuazione di tracce ematiche latenti.
  • Esaltazione ed analisi di impronte digitali attraverso metodi chimici e fisici per Dattiloscopia Forense.
  • Diagnosi generica e specifica di residui di sangue, saliva, sperma, sudore e urina (Combur-Test, Combur-Tritest, Obti-test, Hematrace, Amilasi-test, PSA-test, Semenogelina-test).
  • Estrazione del DNA con resine magnetiche e membrane di silice da qualsiasi tessuto e supporto fisico.
  • Quantificazione del DNA in Real-Time PCR.
  • Amplificazione del DNA con kit e strumenti forensi validati.
  • Tipizzazione ed analisi dei polimorfismi del DNA (regioni STR e mini-STR) con sequenziatore automatico ABI 3130XL; valutazione della compatibilità genotipica tra tracce biologiche mediante confronto dei relativi profili genetici e calcoli statistici.
Gli anni trascorsi al RIS di Parma mi hanno dato anche l'opportunità di conoscere validi professionisti dei diversi settori delle scienze forensi, quali chimica (merceologia, tossicologia, infiammabili ed esplosivi) balistica (residui dello sparo, comparazioni e ricostruzione traiettorie), grafologia e medicina legale, con i quali oggi collaboro per il completamento delle indagini.




BPA
BPA è l'acronimo di bloodstain pattern analysis, ovvero la disciplina che si occupa dello studio delle macchie di sangue.
In seguito a crimini violenti, la perdita di sangue ed il successivo deposito determinano schizzi e macchie di varie forme e dimensioni. Lo studio dei parametri delle proiezioni di sangue (angolo di impatto, dimensione, forma, substrati…) consentono di ricavare l'origine e l'azione che hanno provocato il sanguinamento.
Le informazioni raccolte possono così essere poi usate per la ricostruzione della scena del crimine e per l'attendibilità delle dichiarazioni rese dai soggetti coinvolti.


Crimescope
La crimescope è una lampada ad alta intensità con lunghezza d'onda variabile tra i 400 e i 670nm. Sfruttando il diverso assorbimento della luce, si riescono a distinguere tracce di sperma, saliva, sangue, sudore, urina ed impronte papillari.
La lampada viene utilizzata in ambiente buio e con l'utilizzo di occhiali di colore giallo, arancione e rosso, a seconda delle tracce da ricercare.


Luminol
Il luminol è un reagente chimico che, miscelato con componenti salini, permette di individuare tracce di sangue lavato o diluito.
Il reagente viene utilizzato al buio e senza l'ausilio di alcuna lampada o occhiali filtranti. La positività del test viene stabilita in base all'intensità e durata di una caratteristica emissione luminosa di colore blu.


Combur-tritest
Comunemente chiamato combur-test, è una diagnosi orientativa che serve a valutare la presenza di sangue, mediante una reazione colorimetrica determinata dall'emoglobina del sangue e dalla tetrametilbenzidina del test.
Il test è composto da un tampone giallo, che a contatto con il sangue vira rapidamente diventando di colore verde. È un test orientativo e non è specie-specifico.


Obti-test
L'obti-test è un test specie-specifico utilizzato per la diagnosi di sangue umano.
Sfrutta una reazione immunocromatografica, che reagisce solo con gli anticorpi presenti nel sangue umano.
Sono presenti varie tipologie di diagnosi di sangue umano, che funzionano con lo stesso principio descritto, come il Foby-test o Hema-Trace.


Amilasi-test
L'amilasi-test serve ad identificare la presenza di tracce di saliva.
Il test utilizza una soluzione all'interno della quale è presente la molecola 2-cloro-4-nitrofenolo, legata a maltotrioso, indicatore colorimetrico che reagisce con l'amilasi della saliva.
La positività del test deve essere valutata in base alla velocità e gradazione del viraggio del colore.


Psa-test
Saggio immunologico per la determinazione dell'antigene specifico prostatico nel sangue, è comunemente utilizzato per diagnosi clinica del tumore alla prostata e dell'iperplasia prostatica benigna.
Nelle scienze forensi è usato per la diagnosi di tracce di sperma, nei casi di violenza sessuale.


Semenogelina-test
Test immunocromatografico specifico per lo sperma umano.
A differenza del psa-test, reagisce con una proteina specifica umana (semelogenina) secreta dalle vescicole seminali umane.


Real-time pcr
Denominata anche PCR quantitativa o PCR quantitativa in tempo reale (rt-Qpcr), la real-time è un metodo di amplificazione (PCR) che permette di verificare la quantità di DNA presente nella traccia (quantificazione dna o quantizzazione dna).
In ambito forense vengono utilizzati dei kit specifici per il DNA umano e contemporaneamente per il DNA umano maschile.
Questa moderna metodica permette di dare una stima molto precisa della quantità e della qualità del DNA, e del rapporto tra DNA totale e DNA maschile, dato fondamentale per le indagini di violenza sessuale.
I dati forniti da questa metodica sono poi sfruttati per la successiva fase di amplificazione delle regioni STR del DNA.


Regioni STR e mini-STR
Le regioni str o mini-str sono frammenti del DNA caratterizzate dalla presenza di piccoli blocchi di sequenze di dna, ripetuti uno di seguito all'altro (in tandem). Per questo motivo vengono chiamate STR, acronimo di short tandem repeat.
I kit forensi che utilizzano 16 loci str per l'analisi del DNA, correntemente usati dallo staff di biologiaforense.it, permettono di fornire il massimo grado di compatibilità genetica.
Le regioni STR possono essere chiamate anche locus str (un singolo frammento str) loci STR (più frammenti str) o marcatori str.


Compatibilità genotipica
Il successo dell'esame del DNA in ambito forense e nei casi di accertamento di paternità si deve proprio all'alto grado di compatibilità che è possibile fornire.
Nei casi di compatibilità tra tracce biologiche e campioni di confronto vengono effettuati calcoli come LR (likelihood-ratio) o regola del prodotto che, sfruttando le frequenze alleliche delle regioni STR del DNA, permettono di dimostrare l'unicità del profilo genotipico, comunemente chiamato profilo DNA.
Nel caso di riconoscimento di paternità viene invece fornita una percentuale di compatibilità superiore al 99,99%, un dato praticamente certo.

Up


Dott. Giorgio Portera
 tel: +39 349 75 98 244  fax: +39 02 320 66 661  info@biologiaforense.it

© Copyright 2016 www.biologiaforense.it (Italy). All Rights Reserved.                     credits